Loading...

UN NEGOZIO SUI NAVIGLI, SCRIGNO DI TESORI

Home / Blog / UN NEGOZIO SUI NAVIGLI, SCRIGNO DI TESORI
NEGOZIO DI MODERNARIATO NAVIGLI
21/02/2019

Al numero 4 di Alzaia Naviglio Grande, nel secondo cortile di un meraviglioso contesto d’epoca, si trova un luogo che, nonostante le sue piccole dimensioni, lascia incantati.

Così Cozy è uno scrigno di tesori che mi ha lasciato un ottimo ricordo, per la varietà di storie interessanti che mi sono state narrate su tutti gli oggetti di cui ho chiesto informazioni.

IL titolare di Così Cozy, Davide Langs, ha creato a Milano questo particolare negozio riuscendo a riunire, dopo vent’anni di vita americana, una strabiliante collezione di oggetti d’epoca e articoli di design.

Si possono trovare lampade  come la Cobra, naturalmente originale, di Martinelli, la Esperia, la Artemide disegnata da Sergio Mazza nel 1960, la Zweeds ufo space di Carl Thore, anni '70, svedese, e altre chicche.   


Ho potuto “toccare con mano”  le sedie, anch’ esse originali, di Le Corbusier, rivestite di tre colori diversi, panna, marrone e giallo, con scritto in basso, sulla struttura in metallo, Le Corbusier.




Uno degli oggetti che mi ha lasciato senza parole, visitando questo negozio, è stato un carillon d’epoca, un giradischi con dischi metallici forati, con un ricco repertorio, di cui potete vedere le immagini, del 1889. Con esso si può ascoltare, Verdi, Weber, Strauss, Rossini, e tanto altro.



Altri oggetti unici, un mobile che è consolle, giradischi e stereo, della Telefunken, Salzburg e un giradischi LESA anni ‘60/’70 richiudibile con trompe l’oeil.



Anche le stampe sono molto interessanti, da quella americana che pubblicizza la benzina AMOCO, anni ’60,  a quella   di Whitman’s Sampler, in cui Elisabeth Taylor consiglia a tutti gli uomini di ricordarsi, che ha fatto il suo, di regalare i cioccolatini Whitman’s per San Valentino.






Foto di Valentina Guardavilla


Ringrazio il Signor Davide Langs, titolare di Così Cozy, per la sua gentile disponibilità e il Signor Stefano Cambi per avermi illustrato i numerosi oggetti, e le loro storie, descritti in questo articolo.